Vai all'inizio
Vai ai contenuti di sinistra
Vai ai contenuti del centro
Vai ai contenuti di destra
Vai al piè di pagina
Stemma Comune di Bagno di Romagna
Comune di Bagno di Romagna

Ricerca nel sito

Accessibilità

Valutazione preventiva

art. 16 L.R. 31/2002


Che cos'e'

Il proprietario dell’immobile o chi abbia titolo alla presentazione della denuncia di inizio attività o al rilascio del permesso di costruire può chiedere preliminarmente al Servizio edilizia privata una valutazione sull’ammissibilità dell’intervento.
Alla richiesta va allegata una relazione predisposta e sottoscritta da un tecnico libero professionista abilitato, scelto dal committente che contenga i principali parametri progettuali e quanto indicato dall’art. 2.1 del Regolamento edilizio ed urbanistico (RUE).
La richiesta di valutazione preventiva può ritenersi utile nei casi di dubbia interpretazione normativa al fine di evitare la responsabilità ai sensi dell’art. 481 del codice penale a carico del tecnico che deve dichiarare la conformità dell’intervento alla normativa edilizia ed urbanistica vigente al momento della presentazione della denuncia di inizio attività o del permesso di costruire.
I contenuti della valutazione preventiva, ove preliminarmente acquista, sono vincolanti ai fini della presentazione della denuncia di inizio attività o del rilascio del permesso di costruire e conservano la propria validità per un anno a meno che non intervengano modifiche agli strumenti urbanistici generali o ai piani attuativi, con rfierimento all'ambito territoriale interessato dall'intervento.




Cosa fare

va presentata domanda in bollo da euro 14,62 corredata da una relazione predisposta da un professionista abilitato contenente indici urbanistici, parametri edilizi, categoria di intervento destinazione d'uso vincoli gravanti nonchè elaborati progettuali così come disciplinato dall'art. 16 della L.R. 31/2002 e dall'art. 2.1 del Regolamento Edilizio ed Urbanistico (RUE).
L'istanza con i suoi allegati dovrà essere contenuta nella cartella edilizia che è possibile acquistare al costo di euro 3,00 a titolo di rimborso spese presso l’ufficio Edilizia Privata.
Prima della presentazione al protocollo la pratica dovrà essere presentata all’Ufficio per l’accertamento preventivo della completezza formale.




Riferimenti normativi

LR 31/2002
Art. 2.1 Regolamento Edilizio ed Urbanistico (RUE)




Rimborso spese istruttorie

Alla richiesta deve essere allegata anche la ricevuta dell’avvenuto pagamento delle spese istruttorie quantificata nello stesso importo previsto per i diritti di segreteria al cui titolo abilitativo dovrà accedere l’intervento.

Il versamento può essere effettuato nei seguenti modi:
a) presso la Tesoreria Comunale UniCredit Banca filiale di S. Piero in Bagno, Via T. Corzani angolo Via Marconi mediante esibizione di reversale provvisoria d’incasso;
b) mediante versamento nel c/c postale n. 14410476 intestato a Comune di Bagno di Romagna- Tesoreria Comunale
c) mediante bonifico con indicati i seguenti dati:
Comune di Bagno di Romagna
Codice IBAN: IT03G0200867700000010557941
Tesoreria comunale UNICREDIT SPA
filiale San Piero in Bagno
indicare codice causale e singolo importo distinto




Data ultima modifica: 28/08/2013

Richiesta InfoLogo raffigurante la 'i' di Richiesta Informazioni

EasyPortal 7.0 2005 Provincia di Forlì-Cesena - Servizio Sistema Informativo - Informativa Privacy