Vai all'inizio
Vai ai contenuti di sinistra
Vai ai contenuti del centro
Vai ai contenuti di destra
Vai al piè di pagina
Stemma Comune di Bagno di Romagna
Comune di Bagno di Romagna

Ricerca nel sito

Accessibilità

Feste


Per lo svolgimento di una festa o di uno spettacolo occorre richiedere il rilascio di un’apposita licenza di cui all’art. 68 T.U.L.P.S (Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza).
Dalle feste e pubblici spettacoli bisogna però distinguere il piano bar e le manifestazioni sportive senza pubblico.
Per piano bar si intendono piccoli trattenimenti musicali senza ballo svolti all’interno di un pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande. Per tale tipo di trattenimento non occorre richiedere la licenza né comunicarlo preventivamente al Comune.
Con ordinanza n. 11/2013 sono stati fissati i nuovi criteri in materia di rumori e quiete pubblica nel corso dello svolgimento di manifestazioni temporanee di pubblico spettacolo ed intrattenimento con l'impiego di sorgenti sonore.

Riguardo alle manifestazioni sportive, se queste sono senza pubblico, occorre una semplice comunicazione da inoltrare al comune.




MANIFESTAZIONE TEMPORANEA DI PUBBLICO SPETTACOLO (ANCHE CON EVENTUALE TRATTENIMENTO DANZANTE)

Per poter richiedere l’autorizzazione per lo svolgimento di una festa o di un pubblico spettacolo occorre innanzitutto che l’interessato sia in possesso dei requisiti morali previsti dagli articoli 11 e 12 del T.U.L.P.S. ovvero:
- non aver riportato una condanna a pena restrittiva della libertà superiore a tre anni per delitto non colposo (salvo riabilitazione);
- non essere sottoposto a sorveglianza speciale o a misura di sicurezza personale;
- non essere stati dichiarati delinquente abituale, professionale o per tendenza;
- non aver riportato condanna per delitti contro la personalità dello Stato o contro l’ordine pubblico ovvero per delitti contro persone commessi con violenza, o per furto, rapina, estorsione sequestro di persona a scopo di estorsione o di rapina, o per violenza o resistenza all’autorità;
- aver provveduto all’obbligo di istruzione elementare dei minori.

Riguardo alle strutture installate per la manifestazione, o dei locali in cui si svolge la stessa, occorre che questi siano in possesso di agibilità. La legge prevede cioè delle verifiche al fine di garantire l’incolumità del pubblico e dei partecipanti in generali.

Qualora si prevede alla manifestazione un afflusso inferiore alle 200 persone è necessario allegare alla richiesta di autorizzazione un’apposita Relazione tecnico-descrittiva, firmata da tecnico abilitato, la quale deve indicare:
- caratteristiche costruttive delle strutture allestite;
- materiali impiegati, arredi e loro caratteristiche di reazione al fuoco;
- numero dei posti a sedere e numero dei posti in piedi in rapporto allo sviluppo delle vie di esodo;
- servizi tecnologici, cucine, impianti di riscaldamento, servizi igienici, ecc., (N.B.: indicare le potenzialità);
- impianti elettrici normali e di sicurezza;
- svolgimento scenico dello/degli spettacoli.
- planimetria in scala adeguata, con l’indicazione di quanto già descritto nella relazione, in particolare: posizione degli stands, vie di esodo e loro larghezza, disposizione e numero dei posti, disposizione delle cucine e dei piani di cottura, posizionamento di bombole di gas compressi e di recipienti di liquidi infiammabili, degli impianti antincendio, delle luci di emergenza, dei servizi igienici.
- certificati di collaudo attestanti l’idoneità di tutte le strutture interessate comunque al passaggio del pubblico atte a sopportare il sovraccarico statico di 5 kN/mq (500 kg/mq);
- dichiarazione, a firma del titolare, attestante il rispetto di quanto previsto al Titolo XVIII dell’allegato al D.M. 19.08.1996, in merito alla gestione della sicurezza nonché, nei locali dove non sia previsto il servizio di vigilanza da parte del corpo nazionale dei vigili del fuoco, l’indicazione del personale in possesso dell’attestato di idoneità rilasciato dal Comando VV.FF., da impiegare per i primi e più urgenti interventi in caso.
- copia degli attestati di idoneità e delle dichiarazioni di accettazione dell’incarico, dei responsabili antincendio menzionati nella suddetta dichiarazione.
- dichiarazione per ciascun estintore, attestante la conformità al prototipo riconosciuto “di tipo approvato” dal Ministero dell’Interno, riportante anche l’anno di costruzione e il numero di matricola.

Da 201 a 5.000 persone, il rilascio della licenza è subordinato all'esito favorevole del sopralluogo da parte della C.T.C.V.L.P.S. (Commissione Tecnica Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo) a seguito di presentazione a questo Ufficio della richiesta.

Oltre le 5.000 persone, il rilascio della licenza è subordinato all'esito favorevole del sopralluogo da parte della C.T.P.V.L.P.S. (Commissione Tecnica Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo).

Per quello che riguarda la somministrazione di alimenti e bevande occorre poi che vi sia un preposto in possesso dei requisiti professionali previsti dall’art. 6 della L.R. 14/03 ( a meno che non si tratti di manifestazioni a carattere religioso, benefico, solidaristico, sociale o politico) ed inoltre si deve richiedere l’apposita Autorizzazione sanitaria.
modulo domanda licenza per manifestazione temporanea




Data ultima modifica: 07/02/2013

Richiesta InfoLogo raffigurante la 'i' di Richiesta Informazioni

EasyPortal 7.0 2005 Provincia di Forlì-Cesena - Servizio Sistema Informativo - Informativa Privacy