Vai all'inizio
Vai ai contenuti di sinistra
Vai ai contenuti del centro
Vai ai contenuti di destra
Vai al piè di pagina
Stemma Comune di Bagno di Romagna
Comune di Bagno di Romagna

Ricerca nel sito

Accessibilità

Retta


Composizione della retta.

Il costo complessivo per ogni anziano ospitato in un servizio convenzionato è determinato da oneri di
tipo sanitario e da quelli di tipo sociale ed alberghiero. I primi sono a carico del Fondo Sanitario
Regionale ed erogati dall’Azienda U.S.L. di competenza e coprono parte delle spese di carattere sanitario,
riabilitativo, specialistico ed infermieristico, nonché farmaceutico per i prodotti del prontuario
ospedaliero. La copertura degli oneri a carico del Fondo Sanitario Regionale variano a seconda dei posti letto convenzionati e non e a seconda dei diversi livelli di non autosufficienza.
Gli oneri di tipo sociale ed alberghiero sono di competenza dell’Ente , che li copre attraverso la
determinazione delle rette a carico degli ospiti.
La retta di ricovero viene stabilita annualmente dal Consiglio Comunale del Comune di Bagno di Romagna,
su proposta del Consiglio di Amministrazione della Casa Protetta in sede di predisposizione del proprio
bilancio.
Gli importi della retta giornaliera dell’anno in corso (2006) e la relativa quota a carico dell’Azienda U.S.L.
sono i seguenti :
- Euro 40,62 retta giornaliera a carico non residenti
- Euro 39,12 retta giornaliera a carico residenti
- Euro 29,94 al giorno per ogni anziano effettivamente presente in Struttura a carico dell' Azienda Sanitaria locale di Cesena.
La retta complessiva comprende:


Tutte le prestazioni sono programmate per garantire servizi di comunità per un’utenza prevalentemente
non autosufficiente, in base a Piani o Progetti Assistenziali Individualizzati (PAI) e secondo le modalità
e i parametri dettati dalle vigenti normative regionali e nazionali.




Modalità di Pagamento

La retta a carico dell’ospite deve essere pagata entro la fine di ogni mese di riferimento. Nel caso in cui un
utente non sia in grado di far fronte all’intera retta di ricovero, i famigliari tenuti all’obbligo degli
alimenti, come previsto dall’ art. 433 del Codice Civile, devono integrare la parte mancante.
Qualora non esistano famigliari tenuti agli obblighi o anch’essi siano impossibilitati alla copertura della
spesa, potranno rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune di appartenenza e inoltrare domanda per
l’integrazione della retta da parte del Comune.
La recidiva morosità del pagamento della retta, comporta per l’Ente l’apertura di un procedimento legale
nei confronti dell’ospite e/o di coloro che fungono da referenti, al fine di recuperare tutti i compensi dovuti.
In caso di dimissioni o decesso dell’ospite, la retta viene corrisposta fino al giorno stesso dell’ evento.
Le eventuali prestazioni assistenziali svolte dai famigliari o da persone da questi incaricate, anche
durante i ricoveri ospedalieri, non danno luogo a nessun tipo di rimborso e di diminuzione dell’importo
della retta. Altresì non saranno detratti dalla retta gli importi relativi a giornate di degenza in strutture
ospedaliere o al domicilio di qualche parente.
L’ente informa gli ospiti ed i loro parenti/referenti sulla possibilità di richiedere l’attestazione relativa
alla quota parte della retta imputabile a spese mediche e di assistenza specifica, deducibile dalla dichiarazione
dei redditi annuale per gli utenti (Direttiva G.R. 477/99 “Criteri per l’individuazione dei costi per
l’assistenza medica e per l’assistenza specifica nei servizi semi residenziali per anziani e per
disabili in possesso dell’autorizzazione al funzionamento prevista dalle norme regionali”)




Data ultima modifica: 07/09/2006

Richiesta InfoLogo raffigurante la 'i' di Richiesta Informazioni

EasyPortal 7.0 2005 Provincia di Forlì-Cesena - Servizio Sistema Informativo - Informativa Privacy